Come eliminare la scritta rossa

Da Vocesuip.

Premessa
Tale modifica ha fini esclusivamente estetici, in quanto la presenza o meno dell'avvertenza NON pregiudica nessuna funzionalità del router

Per i modelli tedeschi, il messaggio in rosso è:

In Ihrer FRITZ!Box wurden vom Hersteller nicht unterstützte Änderungen durchgeführt.

oppure questo per i modelli inglesi:

The modifications to your FRITZ!Box are not supported by the manufacturer


NOTA
Nelle ultime versioni firmware la scritta Changes not supported by manufacturer: additional information non è più rossa


Un metodo semplice ma radicale per raggiungere lo scopo è l'effettuazione di un recovery, con perdita di tutte le impostazioni; ciò può essere ammissibile ad esempio nei casi di restituzione in garanzia, oppure se pensate di non dover mai accedere al telnet, come previsto dalle norme sulla garanzia AVM


Descriviamo ora un metodo meno semplice, ma che ha il grande vantaggio di conservare tutte le restanti impostazioni (rubrica, account ISP e Voip, funzionalità dei programmi come Jfritz, ecc.)


CAUSE

La comparsa dell'avviso è dovuta a vari motivi, fra i quali classicamente:

Telnet-Login: Non appena l'utente ha attivato il telnet anche una sola volta, il Fritz!box memorizza questo evento fino a quando non si fa un nuovo Recovery

Firmware-Update non autorizzato: Quando modifichiamo il firmware o carichiamo un firmware non autorizzato


DIAGNOSI

Periodicamente il Fritz!box verifica gli eventi che si susseguono, memorizzandoli in un file sotto /var/flash; al verificarsi delle condizioni prima riportate (da AVM ritenute illegittime e causa di decadenza della garanzia), il router scrive nella Flash dei Flags; il file viene anche nascosto, probabilmente perché l'AVM non gradisce che si modifichi questo file


SOLUZIONI


manuale (basta fare il copia-incolla dei seguenti comandi, dopo aver aperto un terminale per l'accesso telnet al Fritz):

major=$(grep tffs /proc/devices)
tffs_major=${major%%tffs}
rm -f /var/flash/fw_attrib
mknod /var/flash/fw_attrib c $tffs_major 87
echo -n "" > /var/flash/fw_attrib
rm -f /var/flash/fw_attrib

Ora se andiamo sulla pagina web principale vediamo che la famigerata scritta è sparita, che non apparirà più sin quando si riaccede al telnet.
Come variante, si può anche inserire tale sequenza sul file debug.cfg, in modo che agisca ad ogni riavvio del router


automatica (immettendo le seguenti istruzioni nel file debug.cfg):

cat << EOF > /var/tmp/ar7login-proxy
#!/bin/sh
/var/tmp/ar7login-binary \$*
major=\$(grep tffs /proc/devices)
tffs_major=\${major%%tffs}
rm -f /var/flash/fw_attrib
mknod /var/flash/fw_attrib c \$tffs_major 87
echo -n "" > /var/flash/fw_attrib
EOF

chmod +x /var/tmp/ar7login-proxy
cp /sbin/ar7login /var/tmp/ar7login-binary
mount -o bind /var/tmp/ar7login-proxy /sbin/ar7login

Come si vede, ar7login viene copiato sotto /var/tmp/ar7login-binary. Lo script prodotto dinamicamente sotto /var/tmp/ar7login-proxy è eseguito e sovrapposto da mount, nonché collegato al file /sbin/ar7login per rimandare solo al nuovo file copiato, e in definitiva eliminare il Flag che si attiva dopo l'accesso Telnet


metodo automatico più veloce (sempre con la modifica del file debug.cfg)

cp /etc/profile /var/tmp/profile

cat << EOF >> /var/tmp/profile
major=\$(grep tffs /proc/devices)
tffs_major=\${major%%tffs}
rm -f /var/flash/fw_attrib
mknod /var/flash/fw_attrib c \$tffs_major 87
echo -n "" > /var/flash/fw_attrib
EOF

mount -o bind /var/tmp/profile /etc/profile

Questo secondo metodo funziona egualmente, e rispetto al primo risulta più veloce nel tempo di accesso all'avvio del Fritz!box


Tali metodi di rimozione dell'avviso sono permanenti, ma possono essere reversibili utilizzando un firmware modificato con DS-Mod/Freetz (in questo caso si interviene sull'apposito pulsante integrato nel menu ds-mod/freetz)

L'integrazione della modifica su Ds-mod/Freetz sarà trattata nell'apposita sezione della Wiki



Tratto da un post di Linus che potrete trovare QUI

Strumenti personali